Maternita

Il mal di schiena colpisce le donne in stato interessante così frequentemente che tale sintomo viene considerato un fatto comune. Corrisponde certamente al vero il fatto che negli ultimi mesi di gravidanza la schiena e il bacino vengono sottoposti ad una serie di stress e tensioni addizionali mentre i cambiamenti ormonali che si producono rendono i legamenti più lassi e per ciò più vulnerabili agli sforzi eccessivi.

Ciononostante, una colonna vertebrale in buona forma, in circostanze normali, dovrebbe essere facilmente in grado di compensare a tali cambiamenti. Quando problemi in apparenza semplici diventano sintomi dolorosi, i trattamenti più comuni sono pastiglie, iniezioni e alcuni giorni ( settimane) di riposo a letto quando al contrario la risposta può essere trovata altrove.

Nonostante questo approccio più in linea con i moderni canoni della salute, il mal di schiena, specialmente negli ultimi mesi di gravidanza, rimane uno dei maggiori fattori di dolore e preoccupazione per la puerpera. La futura mamma che soffre di mal di schiena spesso si trova ad affrontare una situazione in cui sembra ricevere poco aiuto da parte della medicina tradizionale, sia per il fatto che sono pochi i medicinali che può assumere sia per il fatto di non potersi sottoporre a raggi x a causa dei possibili danni al feto.

La risposta chiropratica

Il chiropratico si specializza nel trattamento di problemi legati ai muscoli, alle ossa e alle articolazioni, specialmente quelle della schiena e poiché la chiropratica non fa ricorso ai medicinali, il trattamento chiropratico può essere eseguito dal concepimento fino alla nascita senza alcun rischio per la futura mamma o il bambino.

La maggior parte dei dolori che possono insorgere durante la maternità sono dovuti a semplici cause meccaniche tipo: Aumento eccessivo del peso, Distribuzione corporea del peso sbagliata, Cambiamenti posturali.

Difficoltà nel sollevare correttamente i pesi

Fattori di mal di schiena preesistenti tipo discopatie

Lassitudine legamentaria negli ultimi tre mesi di maternità

Difficoltà nel fare regolare esercizio fisico

Evidentemente anche il susseguirsi delle maternità può contribuire al mal di schiena. Generalmente le mamme dimenticano presto gli stress e gli sforzi a cui si sottopongono dopo la nascita del bimbo: alzare i piccoli dalla culla o dal passeggino, cambiare i pannolini con il dorso piegato in posizione sbagliata, portarli al seno e camminare.......tutto ciò contribuisce a produrre problemi in seguito, se non ci si rivolge rapidamente alla correzione di tali errori. Il chiropratico spesso può ridurre le tensioni che vengono a crearsi su di una colonna più fragile a a causa della maternità aggiustando specificatamente le aree interessate con manipolazioni delicate dirette ai muscoli, alle articolazioni ed ai legamenti del fondo schiena e bacino.

Il mal di schiena, anche se molto comune, non è normale e non deve essere sempre sopportato perché "tanto non si può fare niente...." Spesso il chiropratico è capace di ridurre in modo sostanziale, senza imbottirsi di medicinali, la quantità di dolore che la futura mamma deve sopportare nel difficile compito di mettere al mondo questi bambini così felicemente attesi. Semplici cose da fare o evitare per la donna incinta